Statistiche

Banner

Lezione di Vita, Lezione di Coraggio

paolo_borsellino.jpgIn occasione del Venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio, è stato proposto alla classe 4^A S.A di partecipare al concorso “Palermo Chiama Italia”, indetto dalla fondazione palermitana “Giovanni e Francesca Falcone”; la richiesta consisteva nella realizzazione di un elaborato come simbolo della lotta contro le mafie. 

Arzenton Marco, Cappello Martina, Faccini Eva, Lonardi Ilaria, Moscardi Alex e Pasqualini Giulia hanno aderito all’iniziativa presentando il progetto intitolato “Nonostante Fosse Tutto Bruciato”. Questo elaborato valutato dall’ufficio scolastico di Venezia, è risultato vincitore a livello regionale permettendo a quattro degli studenti coinvolti di partecipare al viaggio “Nave della Legalità”.

Il 22 maggio, la delegazione, accompagnata dai professori Andrea Libanori e Fabrizio Tinti, si è recata a Civitavecchia per imbarcarsi sulla Nave della Legalità.
In tarda serata, a bordo, si è tenuta una conferenza nella quale, alla presenza di varie autorità, tra cui il Ministro della Pubblica Istruzione e il Presidente del Senato, è intervenuto anche Giuseppe Costanza, sopravvissuto all’attentato a Giovanni Falcone.

Il giorno seguente, gli studenti sono stati accolti a Palermo dagli istituti siciliani e, dopo un momento di riflessione collettiva con le rappresentanze governative, è stato intonato l’Inno di Mameli.

Nella mattinata, le delegazioni sono state suddivise in due gruppi diretti a Piazza Magione e all’aula bunker dell’Ucciardone.
Nel pomeriggio, tutti gli studenti hanno manifestato per le vie della città, riunendosi in un unico corteo davanti all’albero dedicato a Giovanni Falcone. Qui si è celebrata una commemorazione alla quale hanno preso parte le autorità e alcuni artisti italiani, come Ermal Meta e Giuliano Sangiorgi.
Alle 17:58, ora in cui avvenne l’attentato, è stato dedicato un minuto di silenzio alle vittime delle stragi che si è concluso con l’inno nazionale.
Il viaggio della legalità è terminato il 24 maggio.

Il momento più significativo è stato il pomeriggio del 23 maggio: la delegazione e altre centinaia di studenti hanno dato vita ad un corteo che, da Via d’Amelio, ha raggiunto l’Albero di Falcone, intonando cori e invitando i palermitani a prendere parte alla manifestazione.
L’esperienza è stata di forte impatto emotivo anche grazie all’intervento di Don Luigi Ciotti che ci ha trasmesso il coraggio di metterci in gioco, tralasciando ogni forma di insicurezza. Il senso di unione ed entusiasmo hanno suscitato in noi la voglia di concentrare le nostre energie per un obiettivo comune: lottare con determinazione, difendendo sempre legalità e giustizia.

Classe 4^A SA

Cappello Martina
Faccini Eva
Lonardi Ilaria
Pasqualini Giulia

 

Questo sito utilizza i Cookie per gestire autenticazione, la navigazione e altre funzionalità. Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.        Privacy policy